Isolamento del forno a legna

“Il forno vive più a lungo e meglio se è ben isolato”.

Certi di quest’affermazione, risultato dell’esperienza maturata in decenni di lavoro nel settore dei forni e dei materiali refrattari, ci permettiamo di dare alcuni consigli sui materiali da impiegare e sulle tecniche da adottare per il corretto montaggio dei nostri prodotti.
Le materie prime devono essere sicuramente di buona qualità e derivate dal settore refrattario, di cui siamo profondi conoscitori, ed utilizzate secondo modalità da noi ampiamente sperimentate ed adottate da tutti gli installatori professionisti. Vi consigliamo pertanto l’utilizzo dei seguenti prodotti: Per il fondo: MATTONI ISOLANTI M 0,45, molto leggeri (solo 25 Kg/m2) pratici e  resistenti a temperature sino a 900° C, essi garantiscono una temperatura ottimale e costante al piano del forno per una migliore cottura degli alimenti. Per la volta: GRANULATO ISOLANTE REFRATTARIO, opportunamente miscelato con cemento 32.5 nelle proporzioni di 25 Kg. di cemento e 100 Kg. di granulato isolante.
Questo prodotto realizzato apposta per l’allestimento dei forni, è il giusto compromesso tra il carico termico, necessario per mantenere costante la temperatura nel forno in assenza di fuoco, e l’isolamento dello stesso, importante per il contenimento del calore. Riempire infine lo spazio residuo con VERMICULITE SFUSA o LANA DI ROCCIA IN MATERASSINO, sino a raggiungere uno spessore sopra la volta di 20 cm.